I bambini , tutti i bambini, soprattutto nei primi 6-7 anni di vita devono essere fatti visitare da un oculista per valutare eventuali difetti dell'occhio sia visivi che di altro tipo.
I bambini affetti da D.E. possono avere sia un difetto di produzione delle lacrime, che un deficitario sviluppo delle vie di deflusso delle lacrime stesse, infatti queste parti dell'organo oculare sono di derivazione ectodermica. I problemi più frequenti sono l'ostruzione delle vie lacrimali che portano facilmente a lacrimazione esterna, secchezza della cornea, infiammazione conseguente, a volte infiammazioni corneali, anche per la scarsa eliminazione del pulviscolo presente nell'occhio.

Ogni bambino però è un caso a se, non esiste un caso uguale agli altri, ecco perciò l'utilità delle visite oculistiche frequenti nel tempo.
Come tutti i bambini ci può essere colui che nasce con dei problemi di vista ma ciò non è legato alla malattia displasia.
Nel tempo però, sel'occhio non viene seguito e umidificato vi può essere un ispessimento della cornea che da un opacizzazione della stessa e quindi meno capacità visiva.
La continua secchezza dell'occhio può dare difetti di vista se vi è un ispessimento della cornea per la secchezza della stessa, dipende dal grado di secchezza. Il problema va risolta con una terapia sostitutiva delle lacrime, usando lacrime artificiali.
Ultimamente la ricerca cerca di risolvere un dilemma legato all'occhio del bambino displasico. La cornea è già predisposta ad ulcerazioni o a secchezza cioè già difettosa, essendo anch'essa di derivazione ectodermica, per cui è destinata nel tempo a lesionarsi:o è solo un discorso legato alla secchezza semplice di origine meccanica che va obbligatoriamente tenuta umidificata.
L'uso di antibiotici, oculari o generali, deve essere mirato, perché l'antibiotico va usato solo in caso di infezioni.
Se l'occhio è ulcerato per mancanza di lubrificazione l'antibiotico è inutile, ma soprattutto può determinare una ipersensibilizzazione dando origine ad allergia.
Per la secchezza dell'occhio ulcerato vanno usate solo le lacrime artificiali, meglio se senza conservanti o meglio ancora monodose, poiché anche i conservanti possono dare origine a ipersensibilizzazione. Ultimamente hanno inventato delle lacrime
artificiali monodose, ma con conservanti particolari che al contatto con l'occhio e l'aria svaniscono.